23 jun. 2011

L’Erasmus corrompe l’essere umano.


L’Erasmus corrompe l’essere umano. L’esempio per eccelenza, prova evidente di quanto prima affermato, è un ragazzo i cui valori personali erano incorruttibili.

Quando lo conobbi, mi avevano già parlato della sua natura umana: buono, innocente, benevolo, onesto, quello che si potrebbe definire come il tipico “pezzo di pane”.
E proprio quando l’ho conosciuto, proprio quella stessa sera, stava rompendo tutti gli schemi, generando lo stupore dei presenti, animandosi a dare uno bacio a stampo ad una catalana ( clicca per vedere il blog), anche lei in Erasmus. Quel bacio fece si che si cimentasse in una relazione amorosa durante i primi giorni, e frutto di quei dubbi sentimentali finì ubriaco sotto la tempesta, ed ero io colui che venne travolto, però dalla pioggia udinese, mentre con V. G. lo portavamo a casa, affinchè si togliesse i vestiti e si mettesse il pigiama. Quella pioggia gli cambiò la vita, come fosse un battesimo con acqua benedetta, però con acqua che veniva direttamente da Satana.

Viaggiare, piangere dalle risate, saltare le lezioni, avere relazioni con spagnole, e con straniere (proprio per essere un rubacuori di ragazze di altre nazionalità ha acquisito la carica di Ministro degli Esteri), prendere in “prestito” milioni e milioni di oggetti, far credere che fosse un giocatore dell’Udinese, copiare durante gli esami, fare il cubista, indossare un tanga rosso, costruire una fattoria con delle galline nel suo balcone, annusare i capelli di estranei, ubriacarsi, dormire a “cucharita”, essere buttato in aria, perfino farsi rasare un’unica zona della sua testa, inaguarando la moda del taglio “a scaletta” , cose che mai avrebbe pensato di fare nella sua vita e che ha fatto in Erasmus.

In base alle persone che ci circondano, dovremmo essere in un modo o in un altro,
il carattere viene formato fin dalla nostra infanzia dai nostri genitori, poi dagli amici di scuola, e dai professori, per poter finalmente acquisire una personalità matura, frutto di quelle relazioni umane. Dimmi con chi vai, e ti dirò chi sei. E alla fine la mela finì col marcire in questo barile,che è la città di Udine.

Un’azione causa una reazione, e tutto ciò ha delle ripercussioni su qualcuno, l’azione di vincere una borsa di studio per Udine, ha trasformato quest’uomo in un malato mentale.
Quindi, se sei circondato da malati mentali, sarai come loro: chi non avremmo mai pensato, è il più pazzo tra tutti noi.

No hay comentarios:

Publicar un comentario