26 may. 2011

Alcaparra "Arte di prendere in prestito"




La leggenda narra che in un garage di Liverpool, agli inizi degli anni ’60, si riuniva un gruppo di amici capelloni , così formando uno dei migliori gruppi musicali della storia.Anche in un garage di Udine, all’inizio dell’Erasmus, si formò un gruppo, non proprio di musica, che avrebbe segnato il futuro dei presenti. Con la filosofia di vita dell’ “arte del prendere in prestito” è nata l’Alcaparra (denominata da una giornalista del Messaggero Veneto come un’organizzazione ludico-festiva, no-profit).

In una perfetta gerarchia piramidale, al vertice ci sono Los Padrinos che, rispettati e stimati, hanno il compito di mantenere unita la famiglia con idee deliranti, stravaganti e pazze, progetti che fanno si che si vengano a creare degli intrighi fra gli Erasmus.

C’è anche un Consigliere, a cui si presta ascolto (alcune volte), che cerca di far ragionare gli altri (alcune volte), e i cui consigli sono determinanti per il corretto funzionamento della famiglia. A mio parere ha sempre dimostrato un grande attaccamento al gruppo.

Il cosidetto “Amministratore” (il quale sarà protagonista di un prossimo racconto), signore e capo del garage dove tutto e’ nato, ha mani di fata sia per riparare biciclette che per altri lavori manuali (compresi quelli di tipo sessuale).

Il Capofamiglia o Padre della famiglia, è una persona sensata e seria che si dedica a mantenere l’ordine e a portarci verso la retta via, finchè non ci sono bevande alcooliche. In quel caso, siamo noi a doverlo portare verso la giusta strada: quella di casa sua, per metterlo a letto.

Abbiamo due tipi di bracci esecutori: coloro che zitti, zitti sembrano non far niente e invece... e coloro che fanno di tutto per mettere in risalto lo slogan della famiglia del “prendere in prestito”.

Diversi sono i Ministeri, come l’importantissimo Ministero del “Far volare in aria” ( in futuro mi soffermerò su questa figura, di grande rilevanza all’interno dell’Erasmus), il Ministero degli Affari Esteri ( riescono ad avere il telefono o il contatto Facebook di qualsiasi ragazza straniera), Ministero della Cultura (la musica è cultura) e il Ministero dello sport (l’organizzatore per eccellenza di eventi sportivi).

C’è anche una figura femminile, la Donna, che è voce e soprattutto orecchie del popolo, data la sua innata capacità nel captare tutti i pettegolezzi degli Erasmus.

Nell’ ”arte di prendere in prestito” sono stati inclusi moltissimi oggetti, anche i più assurdi, come un albero di natale( )
Dalle biciclette, ai gazzettini, giochi da spiaggia, cartelloni dei lavori in corsi, coni, sedie, piatti. forchette, coltelli, un Babbo Natale, stelle di natale, e tra l’altro il rapimento non riuscito di una papera.

Sono talmente tante le storie di questa famiglia che un unico racconto non mi e’ sufficiente, cosicchè io e il mio traduttore personale vi racconteremo poco a poco le sue piccole avventure: contatti con le alte cariche della citta’ di Udine, eventi organizzati da noi, idee, mangiate...Però a differenza dei Beatles, quando tutto ciò avrà fine, l’Alcaparra ha ben chiaro una cosa: nonostante il tempo, la distanza o le Yoko Onos che ci saranno nelle nostre vite, la nostra amicizia sarà eterna, perchè prima di tutto, l’Alcaparra è un gruppo di veri amici.

No hay comentarios:

Publicar un comentario